mercoledì 13 novembre 2019

Dario Baldan Bembo

Il papa Francesco papà del cantante milanese. Guardando una donna dormire

I bucatini alla Palermitana di un ristorante milanese

Bucatini con le sarde alla Palermitana con uvetta, pinoli, acciughe e finocchio selvatico nel ristorante del commercialista Umberto Spinelli in viale Luigi Torelli a Milano. Vicino alle stazioni ferroviarie di Lancetti e Bovisa, mentre le stazioni della metropolitana più vicina sembrano la M5 a Monumentale o la M3 a Maciachini e a Dergano.

Se guardate una donna dormire. O una canzone di Dario Baldan Bembo

Guardando una donna dormire è il titolo di una canzone di questo cantante milanese. Il tuo sonno tranquillo mi fa pensare / ad un mare bambino che vorrei attraversare. Mentre un pianoforte ci tranquillizza ancora di più.

martedì 12 novembre 2019

Il papa Francesco papà di Dario Baldan Bembo

Quel pianoforte seguito da una chitarra elettrica che dà l'inizio a Papa e papà di Dario Baldan Bembo. La sua musica per il testo di Franco Romeo. Gira il mondo e da sempre c'è / chi da egoista pensa solo a sé. Con gran semplicità e come fossi papà. Delicatamente insieme al Coro dell'Accademia Voice & Art di Cilavegna (Pv). 

giovedì 7 novembre 2019

Primo Levi pedagogo, «Se questo è un uomo» e «La tregua»

Se questo è un uomo, La tregua, I sommersi e i salvati e Primo Levi pedagogo della dignità a cento anni dalla nascita. Un convegno sulla pedagogia dello scrittore.

 

I saluti sono stati di Calogero Brunetto, presidente della Società agrigentina di storia patria che si è concentrato sull'esperienza nel campo di concentramento e lager di Auschwitz.


Fra i relatori Salvatore Cardinale, della stessa Società, sulle leggi razziali e gli ebrei di Sicilia. Duecento ebrei e qualcuno anche ad Agrigento. Così ha detto, aggiungendo che non furono deportati almeno loro. Soltanto quattro donne europee nate a Palermo, ma residenti nel Nord dell'Italia, furono deportate e lì all'estero morirono in campi di concentramento. 

Altro relatore è stato il docente Angelo Natalello. Ed erano previsti anche gli interventi di Marina Arnone (coordinatrice dell'associazione culturale Maria Cristina di Savoia), su queste tre opere letterarie; Adalgisa Monreale sulla biografia di Levi e Carola Depaoli, sulla attualità dell'intellettuale, a Casa Sanfilippo ad Agrigento. Responsabile organizzativo Franco Zanini.

Ed in rete si può leggere la poesia Autobiografia di Levi ispirata alla figura di Empedocle, l'illustre filosofo agrigentino:

Perciò non irridetemi, uomini d’Agrigento,
Se questo vecchio corpo è irriso di strani segni
     

La concordia agrigentina del Coro del conservatorio Fausto Torrefranca di Vibo Valentia

Il Coro del conservatorio Fausto Torrefranca di Vibo Valentia (Calabria), diretto da Gianfranco Cambareri, canterà a Cori in concordia di Agrigento al tempio della Concordia, alla chiesa di San Domenico ed alla cattedrale di San Gerlando.



Gli altri cori presenti saranno il Coro Cantores Dei di Alessandria della Rocca (Ag), il Coro diocesano, il Coro Magnificat ed il coro della Basilica cattedrale di San Gerlando, il coro Santa Cecilia e la Schola Cantorum di Agrigento, il coro Jacob Arkadelt di Porto Empedocle (Ag), la corale Jerusalem - Pino Russello di Favara (Ag) ed il Concordia Brass di Agrigento.

Piovani e Travia - I fratelli Taviani da «Kaos» da Pirandello con Franchi e Ingrassia a «Una questione privata» da Fenoglio

Avete mai visto il film Kaos dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani con Franco Franchi (zì Dima) e Ciccio Ingrassia (don Lollò) tratto dalle Novelle per un anno di Luigi Pirandello? Io sì.


 

Da La giara e L'altro figlio (foto su Swarm) con colonna sonora di Nicola Piovani. Con Omero Antonutti, purtroppo deceduto in questi giorni, nel ruolo di Pirandello, Claudio Bigagli Batà e l'attore palermitano Franco Scaldati nei panni di Padre Scarso. Per gli attori agrigentini Enzo Gambino ed Enzo Alessi, invece, il giovane emigrante e l'avvocato. Per Anna Malvica la madre di Sidora. 


Stasera nella mia città, Agrigento, sarà proiettato allo spazio Temenos un altro film dei due fratelli tratto da un'opera letteraria, Una questione privata dal romanzo omonimo di Beppe Fenoglio. Colonna sonora di Giuliano Taviani e Carmelo Travia. Organizza il circolo Arci John Belushi di Agrigento.