#CMLibri

Leggo molto gli autori agrigentini.

Andrea Tidona, «Vestire gli ignudi» di Pirandello. Rino Caputo, Giuseppe Tomasi di Lampedusa e Pirandello: «Il Gattopardo», «I vecchi e i giovani», «L'umorismo», l'«Enrico IV».

Sicilia o... E non soltanto gli scrittori della provincia di Agrigento, ma in generale siciliani. E i classici ed i romanzi.

«C'è chi viaggia per perdersi, c'è chi viaggia per trovarsi» da «Bluffdi parole» di Gesualdo Bufalino.

Saggistica, versi. E in aggiunta saggi, poesie, eccetera.

Sulla scena. Amo molto i classici a teatro.

Nessun commento:

Posta un commento