martedì 6 febbraio 2018

Il pianoforte - ed il solito amore intimistico nel testo di «Eterno» di Giovanni Caccamo

Testo d'amore per «Eterno» di Giovanni Caccamo, canzone scritta con Cheope (Alfredo Rapetti), il quale ricordo essere autore delle canzoni di Raf. Un amore intimistico. Un testo come tanti altri. Caccamo canterà questo brano anche con Arisa. 

La musica è, invece, piacevole. Ma non va oltre questa piacevolezza. Stupendo sentire quel pianoforte. E che barba ha Caccamo! Alla prossima fra qualche giorno...

L'amore raccontato, misterioso e «notturno» di «Rivederti» di Mario Biondi. Fra la pioggia

Sembra quasi un racconto - o la descrizione molto discorsiva di una situazione - il testo di «Rivederti» di Mario Biondi. Una canzone d'amore. Poi alla fine del brano il riferimento alla pioggia ed al non fingiamo sia per sempre. Un quasi-ex-amore oramai soltanto un po' sessuale? Boh, chissà. Forse sì. Sicuramente una scrittura un po' misteriosa che non svela tutte le carte in tavola. 

Quanto alla musica, semplicemente lunare, notturna. A me non dispiace la musica di Biondi, ma neanche mi piace. Questo brano è un po' migliore di altri anche secondo voi? E non sembra quasi che Mario Biondi, sicilianissimo ed italianissimo, cerchi di far finta di cantare in italiano alla inglese, quasi come se fosse straniero?

E, se volete leggere un altro mio articolo su Mario Biondi, vi basta cercare fra le etichette qui sotto. Troverete l'etichetta Mario Biondi.