venerdì 17 agosto 2018

I Fratelli Mancuso più «gutturali» e la musica "etnica" dei gruppi siciliani ed italiani

Eccomi con i fratelli Mancuso ad Agrigento.


Domani scrivo altro?

Suoni confinanti con influenze sarde ed arabe per i Fratelli Mancuso - Enzo e Lorenzo - con Come albero scosso da interna bufera sabato prossimo al Festival Teatrale sulle Memorie di Montalbano Elicona, in provincia di Messina.



Ho sentito un servizio di una televisione nissena e ho ascoltato queste sonorità.


Ho conosciuto dal vivo i due stupendi artisti anni fa proprio in territorio nisseno e vi consiglio vivamente la loro musica.

<div class="fb-page" data-href="https://www.facebook.com/CMMusicaBlog" data-tabs="timeline" data-small-header="false" data-adapt-container-width="true" data-hide-cover="false" data-show-facepile="true"><blockquote cite="https://www.facebook.com/CMMusicaBlog" class="fb-xfbml-parse-ignore"><a href="https://www.facebook.com/CMMusicaBlog">CMMusica</a></blockquote></div>

Del resto conosco un uomo in questa cittadina del Messinese e potrei anche andarci prima o poi.



Lampedusa secondo I Luf. Da una Sicilia all'altra. «Lampecrucis» di I Luf ricorda l'isola della mia provincia. Ho scoperto questo brano vedendo la trasmissione Canta Lombardia di una televisione lombarda (credo), Antenna Tre. Il brano non è un capolavoro, ma è interessante. Soprattutto la musica. Anche nella versione acustica, unplugged, di Bassa Fedeltà On Air, che ho sentito pochi minuti fa.




I Luf sono Lorenzo Marra, Dario Canossi, Sergio Jeio Pontoriero, Cesare Comito e... compagni.

  

Quanto al testo, beh... fatemi dormire stanotte. Spero di scrivervene nei prossimi giorni. E la voce del cantante può anche fare meglio. 

Alla prossima. E chissà se il gruppo verrà nella mia provincia! Posso darmi da fare per farli venire, se vogliono! 

Le Matrioske e Oi Dipnoi 

Le Matrioske. Delle composizioni di questo gruppo di Palermo mi ha un po' sciolto il cuore Habibi (Mazurka francese). Accalora anche Pizzica di San Vito, molto, ma molto, ma molto da ballare. Mi piace un po' Nero (Scottish).  

Oi Dipnoi - Bastrika e Pontos. Non male alcuni brani. Suez, Om Jag Hade Vingar, da Pontos, eccelle rispetto ad altri senza "raggiungere la cima". In Bastrika non male i brani Dipnoi e Tarantella del vento/Abballu, Polline. Ma c'è ancora moltissimo lavoro da fare per affascinare l'ascoltatore, per "sciogliergli il cuore", per non farlo passare avanti ad altro, per fargli comprare un disco, per non farlo annoiare mentre ascolta una traccia.  

Alkantara Fest. Entrambi questi gruppi all'Alkantara Fest 2018. 

Piazzolla e gli Ubi Ensemble


I suoi teatrali "siciliani" molto "gitani" e mediterranei
 Banda Improvvisa

Meravigliose le musiche di Kkore suonata soprattutto da Banda Improvvisa - ed anche eseguita da Eleni Karaindrou e Tomasella Calvisi - per lo spettacolo teatrale Kkore di Lina Prosa. 




 

La musica "etnica" per Kore. Che delizie Koçani e Valzer ed Ulixes, scritta da Orio Odori (clarinettista e percussionista) e Giampiero Bigazzi e pubblicata nel disco Lesamoré (Materiali Sonori). Complimenti alla Società filarmonica Giuseppe Verdi di Loro Ciuffenna (provincia di Arezzo), a Daniele Sepe e ad Auli Kokko. Mi ricordano il Canzoniere del Lazio... E peccato che non ci fosse - credo - Serenata alla Carpinese nello spettacolo. Ne scriverò nei prossimi giorni.  

Ed incuriosiscono soprattutto l'attore Carlo Greca, di Enna, nel ruolo di Omero ed un po' il lavoro del regista Giorgio Zoccù. Le attrici sono Sara Donzelli e Giulia Quagliarella. Quale attrice di queste vi piace di più?  

Salsa. «Si tu non estàs màs a mi lado» di Fito Gress secondo Massimo Scalici e la Poderosa Latin Orchestra.